Avventurati in Roma con l'appSCARICA
Roma
Roma
Tutto
Attrazioni
Guide
Pianifica la tua avventura in modo semplice e veloce

Scegli cibo, attrazioni e attività
Tutto sincronizzato con l'App
Pianifica con l'App

Scopri Roma in un giorno

Roma, Italia

Francesco Prandi profile image
Francesco Prandi
Passionate Traveler
Introduzione itinerario
Save to My trip
Saved
120
Mark as done
Done
123

Il Colosseo, Piazza di Spagna, Piazza Navona, il Pantheon, San Pietro... Roma è una città piena di storia e di magia. 😍 Esplora le meraviglie della Roma antica, lasciati stupire dai monumenti tra i più belli al mondo e scopri la culla della religione cattolica, questo e tanto altro è Roma!

E' possibile visitare la città in tanti modi, quello sicuramente più affascinante è camminando! 😀 ✔️ 👟 Vestiti comodo ✔️ 📷 prendi la macchina fotografica, dovrai scattare tantissime foto

Durata

L’itinerario dura un'intera giornata ed è lungo circa 7 km. Se durante il percorso vi sentirete stanchi e vorrete prendere i mezzi pubblici non vi preoccupate, saranno sempre vicino a voi.

Biglietti da acquistare per vivere al meglio l'itinerario

Vi consigliamo vivamente di acquistare il biglietto per entrare ai 2 Fori e al Colosseo. Il costo è di 12 € e li potete acquistare online.

Palatino
Tappa 1

Durata visita consigliata: 30 min. Orari di apertura: 09 - 19 Il nostro itinerario inizia da qui, da dove si pensa Romolo fondò Roma nel 753 a.c. Il palatino è il più centrale dei sette colli di Roma e, data la sua vicinanza al Foro Romano, era il quartiere più esclusivo della città antica. Gli imperatori, da Augusto in poi, vissero sempre qui costruendo palazzi sempre più ricchi. Durante il Medioevo ed il Rinascimento la zona venne abitata dalle famiglie benestanti che vi costruirono chiese, castelli e giardini. Entrate nel foro, vi seguiremo passo dopo passo in questo tuffo nel passato.

Stadio

Dopo essere entrati nel complesso, salendo lungo Via San Gregorio troverete lo Stadio che ai tempi degli imperatori era una costruzione utilizzata dagli imperatori per giochi ed eventi sportivi.

Domus Augustana

Dalla parte opposta allo stadio troverete le rovine dell’enorme Domus Augustana, un quartiere privato dedicato all’imperatore. Dall’alto potete vedere il bacino di una grande fontana quadrata. La Domus si sviluppava sottoterra ed ancora oggi gli archeologi stanno cercando di recuperarne i reperti.

Domus Flavia

Dopo aver superato il piccolo Museo Palatino arriviamo alla Domus Flavia, la zona dedicata alle attività pubbliche dell’imperatore. Il palazzo era composto da una fontana centrale ed intorno un lungo colonnato. A Nord vi era la camera d’udienza (aula Regia), ad Ovest una basilica e Sud la sala banchetti (triclinium).

La casa di Livia

La Casa di Livia è il monumento meglio conversato del Palatino, il palazzo, costruito dalla moglie di Augusto, era un edificio accogliente, decorato con affreschi raffiguranti scene mitologiche, paesaggi, frutti e fiori.

Orti Farnesiani

Gli orti Farnesiani sono stati uno dei primi giardini botanici d’Europa, vi consigliamo di affacciarvi al balcone all’estremità settentrionale per vedere la vista mozzafiato sul Foro Romano.

Ora usciamo dai Fori e procediamo verso il Colosseo. 😀

Colosseo
Tappa 2

Durata visita consigliata: 40 min. Orari di apertura: 08:30 - 19 Eccoci arrivati ad una delle attrazioni principali di Roma (e del Mondo), il Colosseo. Costruito nel 80 d.c. poteva contenere 50.000 posti ed era coperto da un'enorme tenda sostenuta da 240 alberi, immaginate quanto poteva essere maestoso e bello. Venne iniziato dall'imperatore Vespasiano e completato da suo figlio, Titus. Per l'inaugurazione ci furono giochi per 100 giorni e 100 notti durante i quali furono macellati 5.000 animali. L'interno era diviso in tre parti: - L'arena, ovvero la "piazza centrale", composta da un pavimento in legno ricoperto di sabbia . - La cavea, per i posti a sedere che erano assegnati a seconda del ceto sociale, in basso i magistrati, in mezzo i ricchi cittadini ed in alto i plebei e le donne. - Il podio, composto da un'ampia terrazza riservata agli imperatori e senatori. Con la caduta dell'impero il Colosseo fu abbandonato e nel Medioevo trasformato in una fortezza. Ad oggi rimane una delle principali attrazioni al mondo, entrate e godevi lo spettacolo.

Come vi sembra il Colosseo? Riuscite ad immaginarvi la maestosità di questo monumento? 😀 📸 Fate tante foto, gli amici quando parlerete di Roma vi chiederanno sicuramente "hai visto il Colosseo?!" Usciti dal Colosseo dirigiamoci verso l'Arco di Costantino, un monumento unico per la sua bellezza. L'arco era costruito sull'antico percorso dei trionfi.

Foro Romano
Tappa 3

Durata visita consigliata: 45 min. Orari di apertura: 09 - 19 Il foro romano era il cuore di Roma, il fulcro sociale, politico e commerciale dell'impero Romano. Dopo la caduta dell'impero, il foro romano ha vissuto un rapido decadimento fino ad essere utilizzato come terreno dedicato al pascolo. Ora entrate nei fori, giocate con la fantasia ed immaginatevi un quartiere vivo, all'interno del quale potevate vedere i palazzi più belli dell'epoca e passeggiare a fianco dei personaggi più importanti dell'impero.

Tempio di Antonino e Faustina

Il tempio fu costruito dal senato in onore dell'imperatore Antonino Pio e alla moglie Faustina. Questo particolare ci è ricordato dalla scritta sull'architrave della facciata "Divo Antonino et Divae Faustina ex s(enatus) c(onsulto)" ovvero "Al divino Antonino ed alla divina Faustina per decreto del Senato".

La basilica di Fulvia Aemilia

La basilica, seppur composta solo da rovine, è l'unica costruzione di Epoca Repubblicana sopravvissuta a Roma.

La curia

La curia era la sede del senato. Da qui si comandava l'intera Repubblica.

Arco di Settiminio Severo

L'arco di Settiminio Severo fu costruito per celebrare le vittorie dell'impero. Sulla base dell'arco si possono vedere le raffigurazione delle vittorie dell'impero sui Parti, che ad oggi corrispondono alle nazioni di Iran, Iraq e Arabia Saudita.

Il Tempio di Vesta e la casa delle Vestali

Il tempio è probabilmente uno dei più antichi di Roma. Il principale scopo del tempio era di conservare il fuoco (risorsa di straordinaria importanza). A guardia del fuoco era le Vestali, 6 vergini sacerdotesse di nobile famiglia che avevano il compito di tenere viva la fiamma.

La Basilica di Massenzio

E' uno dei monumenti più grandi del Foro Romano, una basilica classica composta da 3 navate. Di tutto il monumento oggi possiamo ammirare solo l'arcata settentrionale, il resto crollò con il terremoto del IX secolo.

Il Vittoriano
Tappa 4

Durata visita consigliata: 60 min. Orari di apertura: 09:30 - 17:30 Appena dopo il Colosseo ed i Fori, quasi a volerci ricordare che la storia di Roma non si è fermata all'Impero, si trova il Vittoriano. Inaugurato nel 1911, è il Monumento dedicato al primo Re d'Italia, Vittorio Emanuele II. Al termine del primo piano di scale vedrete 2 militari a guardia del milite ignoto. Continuando la salita, arriverete alla bellissima terrazza. Vi consigliamo di prendere un caffè e di godervi una delle più belle viste di Roma. Scendendo passerete davanti a 2 musei dedicati alla storia del Rinascimento e agli italiani emigrati all'estero. Oggi non abbiamo tempo di visitarli, segnateveli per la prossima volta. La fontana di Trevi ci attende!

Fontana di Trevi
Tappa 5

Eccoci arrivati in uno dei luoghi più romantici di tutta Roma, una fontana in stile Barocco che rappresenta personaggi mistici e cavalli selvaggi. La fontana, costruita nel 1732 da Nicola Salvi, raffigura il mare Oceanus dentro ad un carro a forma di conchiglia guidata da due Tritoni, uno selvaggio ed uno docile. Famosa è la scena girata da Fellini ne "La dolce vita" che mostra il tuffo di Anita Ekberg nella fontana stessa.

Lanciate la vostra moneta

Non dimenticate di lanciare la vostra moneta nella fontana. Usate la mano destra e lanciate la moneta sopra la spalla sinistra! Et voilà! Se avete tempo vi consigliamo di tornare a vedere la fontana in serata, quando la città inizia a dormire e dove i giochi di luce ne esaltano la magnificenza.

Piazza di Spagna
Tappa 6

Continuiamo il nostro viaggio camminando fino a Piazza di Spagna.

La piazza

Al centro della piazza trovate la Barcaccia, la fontana costruita da Pietro Bernini, padre del più famoso Gian Lorenzo. Se avete voglia di coccolarvi un po vi consigliamo di prendervi un gelato alla gelateria San Crispino ( In via della Panetteria 42) e di assaggiare sopratutto il gusto Pesca Bianca e le varie Meringate.

La scalinata della trinità

L'imponente scala a 135 gradini fu inaugurata da Papa Benedetto XIII durante il Giubileo del 1725; fu rilasciata per collegare l'ambasciata spagnola borbonica alla Chiesa di Trinità dei Monti. Una grande scala decorata con molti terrazzi da giardino, splendidamente ornata da fiori in primavera e in estate. Riposatevi un po' sedendo su uno dei gradini. Da qui si può ammirare Via Condotti la principale via commerciale di Roma.

Salite i 135 gradini ed entrate dentro la chiesa di Trinità dei Monti, dove potrete ammirare gli affreschi di Daniele da Volterra, con particolare attenzione per "la Deposizione".

Piazza del popolo
Tappa 7

Piazza del popolo era l'ingresso di Roma durante il Medioevo. “Il Babuino”, via Ripetta e via del Corso, le tre arterie principali del centro storico di Roma, si incontrano qui a Piazza del Popolo. L'enorme piazza, l'altissimo obelisco posato sopra la fontana del Bernini, le 2 chiese gemelle e la chiesa di Santa Maria del Popolo facevo percepire subito la grandezza della Città. Se aperte, entrate in una delle due chiese e poi, con le spalle alla chiesa, dirigetevi a destra, su per la salita del Pincio.

Terrazza del Pincio
Tappa 8

La terrazza del Pincio regala un'emozionante vista su Roma ed in particolare su San Pietro. Il giardino, costruito in età romana e rinnovato più volte, ora presenta una grande piazza centrale, Piazza Napoleone I, ed una serie di vie che si diramano per tutto il parco. Se avete tempo (ma dovrete fare molto in fretta) camminate dentro il parco fino ad arrivare a villa Borghese, un vero gioiello.

Pantheon
Tappa 9

Durata visita consigliata: 20 min. Orari di apertura: 09 - 18 Dopo aver percorso Via del Corso ed essere passati per Piazza Sant'Ignazio arriviamo al Pantheon, il monumento che, insieme al Colosseo, rappresenta Roma nel mondo. Il tempio (ora chiesa), costruito più di 2.000 anni fa, era dedicato agli dei classici ed il nome Pantheon deriva dalle parole greche pan (tutti) e theos (dio). Il foro centrale simboleggia appunto il collegamento tra il tempio e gli dei. Nel 608 il tempio diventò una chiesa romana e, ad oggi, è ufficialmente riconosciuta com la Basilica di santa Maria ad Martyres.

Proprio grazie alla sua funzione sacrale fu risparmiato dalla distruzione durante gli anni bui del Medioevo e, nel Rinascimento fu studiato dagli artisti dell'epoca. In particolare il Brunelleschi prese qui l'ispirazione per creare la cupola del Duomo di Firenze. Oggi conserva le tombe dell'artista Raffaello e dei Re d'Italia Vittorio Emanuele II ed Umberto I. Due piccole curiosità, il suo diametro è esattamente uguale all'altezza interna del Pantheon di 43,4m. Quando piove, l’apertura crea un “effetto camino” cioè una corrente d’aria ascensionale che porta alla frantumazione delle gocce d’acqua. Così, anche quando la pioggia fuori è battente, la sensazione è che all’interno piova meno.

Piazza Navona
Tappa 10

Piazza Navona è considerata dai romani, la piazza più elegante della Capitale. Composta da suggestive fontane e bellissimi palazzi barocchi ospitava, ai tempi dell'impero, il mercato della città. Al centro della piazza trovate la Fontana dei Quattro Fiumi del Bernini composta dalla copia di un obelisco egizio, con ai lati quattro figure che rappresentano i grandi fiumi dei quattro continenti , il Nilo, il Gange, il Danubio ed il Rìo de la Plata.

Sul lato occidentale della piazza trovate la chiesa di Sant'Agnese di Agone, disegnata da Francesco Borromini.

All'estremità meridionale la Fontana del Moro

All'estremità settentrionale la Fontana del Nettuno.

Basilica di San Pietro
Tappa 11

Durata visita consigliata: 40 min. Orari di apertura: 07 - 18:30 Benvenuti nel cuore della cristianità, la Basilica di San Pietro. Iniziata dal Bramante e terminata da Michelangelo, la sua costruzione durò 120 anni. Al suo interno sono contenute le opere tra le più belle al mondo, in particolare citiamo la Pietà di Michelangelo, la Cupola e il baldacchino del Bernini.

La Facciata

L'imponente facciata è alta 48 metri e larga 115. Le otto colonne supportano la soffitta dove si trovano 13 statue che rappresentano il Cristo Redentore, San Giovanni Battista e gli 11 apostoli. Dal balcone centrale, chiamata Loggia della Benedizione, il Papa offre la benedizione Urbi ed Orbi a Natale e Pasqua.

La Pietà di Michelangelo

Considerata una delle opere più belle del mondo, raffigura la Vergine con in braccio il Cristo Morente.

La cupola

Chiamata dai romani Cupolone, è il simbolo della Basilica Vaticana, progettata anch'essa da Michelangelo.

Il Baldacchino del Bernini

Il centro della Chiesa è dominato dal famoso baldacchino del Bernini. Il Papa è l'unico sacerdote autorizzato a servire all'altare.

Percorso itinerario
Scopri Roma in un giorno
Clicca per aprire la guida della tappa