Avventurati in Napoli con l'appSCARICA
Napoli
Napoli
Tutto
Attrazioni
Guide
Pianifica la tua avventura in modo semplice e veloce

Scegli cibo, attrazioni e attività
Tutto sincronizzato con l'App
Pianifica con l'App

Napoli Instagrammable

Napoli, Italia

Collection of 24 places
Una delle pizzerie più note della Città Pizzeria Di Matteo
Ristorante
1

La pizzeria Di Matteo è uno dei locali storici più noti della città di Napoli. La fama di questa antica famiglia di pizzaioli è riconosciuta in tutto il mondo, non a caso turisti e stranieri pongono come tappa obbligatoria dei loro viaggi la pizzeria Di Matteo. Riconosciuta soprattutto per la pizza fritta e le varie fritture in genere la pizzeria Di Matteo si distingue da molte altre proprio per essere al tempo stesso anche una friggitoria.

Eccellenza gastronomica italiana Pizzeria Gino Sorbillo
Ristorante
2

Gino Sorbillo appartiene ad una delle famiglie di pizzaioli più antiche di Napoli, cresce nella pizzeria di famiglia e ben presto impara i segreti della vera pizza napoletana. Con Gino Sorbillo la Pizza Napoletana è giunta a livelli qualitativi altissimi e si è guadagnata di diritto spazio tra le migliori eccellenze gastronomiche italiane. La pizza napoletana di Gino Sorbillo si può degustarE nella storica sede in Via dei Tribunali e sul lungomare in Via Partenope .

Sul set di "Mangia Prega Ama" L'Antica Pizzeria da Michele
Ristorante
3

L’antica Pizzeria da Michele, per Napoli è il punto di incontro tra tradizione e innovazione, esperienza e passione. Una pizzeria in cui mangiare la migliore Margherita del mondo, vivendo il fascino di un presepe in frenetico movimento. Osserverete la soddisfazione sul volto di Julia Roberts, sul set di “Mangia Prega Ama”, immortalata sulle pareti della pizzeria, insieme ai volti di tante celebrità. Il segreto di questa pizzeria? La semplicità e l’amore per la tradizione. Con solo due pizze sul menù a garanzia di qualità, ricercano da più di cent’anni i sapori del passato.

La città "sotto la città" Napoli Sotteranea
Museo
4

Il termine "Napoli sotterranea" sta ad indicare il fittissimo e complesso reticolo di cunicoli e cavità, che si trovano nel sottosuolo napoletano e che formano una vera e propria città che ricalca, in negativo, la città di superficie. La città sotterranea si estende sotto tutto il centro storico, ad essa sono legati miti e leggende ancora oggi vivi nell'immaginario collettivo dei napoletani. Le gallerie sottostanti Napoli sono state usate, nel corso dei secoli, in diversi modi. Nate in seguito all'estrazione di tufo per la costruzione della città, sono state poi adibite ad acquedotto e come rifugio ai tempi della Seconda Guerra Mondiale.

La città sepolta dalle ceneri del Vesuvio Parco Archeologico di Ercolano
Sito Archeologico
5

Gli scavi archeologici di Ercolano hanno restituito i resti dell'antica città di Ercolano, seppellita sotto una coltre di ceneri, lapilli e fango durante l'eruzione del Vesuvio del 79, insieme a Pompei, Stabiae ed Oplonti. Ritrovata casualmente a seguito degli scavi per la realizzazione di un pozzo nel 1709, le indagini archeologiche ad Ercolano cominciarono nel 1738.

Patrimonio UNESCO Parco Archeologico di Pompei
Sito Archeologico
6

Gli scavi archeologici di Pompei hanno restituito i resti della città di Pompei antica, presso la collina di Civita, alle porte della moderna Pompei, seppellita sotto una coltre di ceneri e lapilli durante l'eruzione del Vesuvio del 79, insieme ad Ercolano, Stabia ed Oplonti. Pompei, con i suoi 66 ettari di cui circa 50 scavati (comprese le aree suburbane), è un insieme unico di edifici civili e privati, monumenti, sculture, pitture e mosaici di tale rilevanza per la storia dell’archeologia e per l’antichità da essere riconosciuto come Patrimonio dell'Umanità dall' UNESCO.

Passeggiata romantica Casina Vanvitelliana
Casa-Museo
7

La Casina Vanvitelliana è un suggestivo casino di caccia ubicato su un'isoletta del Lago Fusaro, nel comune di Bacoli. L'atmosfera è da favola al punto da far ribattezzare la costruzione "Casina di Pinocchio", perchè ricorda la casa della Fata turchina nel celebre sceneggiato del '72 con la regia di Luigi Comencini.

La strada dei presepi Via San Gregorio Armeno
Strada cittadina
8

Via San Gregorio Armeno è una strada del centro storico di Napoli, celebre turisticamente per le botteghe artigiane di presepi. Si susseguono in questa coloratissima via le antiche botteghe che sfoggiano i capolavori dell‘arte presepiale napoletana. Vi sarà possibile acquistare interi presepi o singole statuine ricche di dettagli.

Arte antica e contemporanea Museo di Capodimonte
Museo
9

Il Museo nazionale di Capodimonte è un museo di Napoli, ubicato all'interno della reggia omonima, nella località di Capodimonte: ospita gallerie di arte antica, una di arte contemporanea e un appartamento storico. È stato ufficialmente inaugurato nel 1957, anche se le sale della reggia hanno ospitato opere d'arte già a partire dal 1758.

Neoclassicismo partenopeo Basilica reale pontificia di San Francesco di Paola
Basilica
10

La basilica reale pontificia di San Francesco di Paola è una basilica minore ubicata in piazza del Plebiscito, nel centro storico; è considerata uno dei più importanti esempi di architettura neoclassica in Italia. L'architetto Pietro Bianchi iniziò la costruzione di questa struttura; la prima pietra venne posta il 17 giugno 1816, la facciata fu terminata nel 1824, le decorazioni interne nel 1836, mentre le statue furono poste nel 1839: in definitiva la chiesa fu conclusa nel 1846, rispecchiando pienamente quello che era il gusto neoclassico ed ispirandosi nelle forme al Pantheon di Roma.

La bellezza unica del Cristo Velato alla Cappella Sansevero
Luogo di Culto
11

La cappella Sansevero (detta anche chiesa di Santa Maria della Pietà o Pietatella) è tra i più importanti musei di Napoli. Situata nelle vicinanze della piazza San Domenico Maggiore, questa chiesa, oggi sconsacrata, è attigua al palazzo di famiglia dei principi di Sansevero. La cappella ospita capolavori come il Cristo velato di Giuseppe Sanmartino, conosciuto in tutto il mondo per il suo velo marmoreo che quasi si adagia sul Cristo morto, la Pudicizia di Antonio Corradini e il Disinganno di Francesco Queirolo, ed è nel suo insieme un complesso singolare e carico di significati.

Notevole esempio di architettura in stile barocco Palazzo dello Spagnolo
Palazzo
12

Il palazzo dello Spagnolo o dello Spagnuolo è un palazzo monumentale di Napoli, ubicato in via Vergini nel rione Sanità, in pieno centro storico cittadino. Il palazzo dello spagnolo venne eretto nel 1738 su commissione del marchese di Poppano Nicola Moscati, unificando due lotti ricevuti dalla moglie.

Perditi tra i vicoli di Posillipo
Quartiere
13

La collina di Posillipo, quartiere residenziale della città di Napoli, è una delle zone più incantevoli e prestigiose della città; le ville sontuose e nascoste, le discese a mare, i costoni a strapiombo sull'acqua, gli edifici eleganti, il panorama mozzafiato ne fanno al contempo una tappa obbligata per i turisti, e un sogno per gli abitanti della città.

Alla scoperta della parte nascosta della città Catacombe di San Gennaro
Catacombe
14

Le Catacombe di San Gennaro sono antiche aree cimiteriali sotterranee risalenti al II-III secolo e rappresentano il più importante monumento del Cristianesimo a Napoli. Il nucleo originario delle catacombe si andò sviluppando attorno alla tomba di una ricca famiglia romana (il cui nome resta sconosciuto a causa della dispersione del materiale epigrafico) datata al II-III secolo. A partire da questa donazione, fu successivamente creato il vestibolo del piano inferiore, che alla fine del III secolo accolse i resti mortali di sant'Agrippino, sesto vescovo di Napoli.

Discesa nella storia di Napoli presso la Galleria Borbonica
Grotta Artificiale
15

La Galleria Borbonica, è una cavità sotterranea di Napoli che si estende sotto la collina di Pizzofalcone, nei pressi di Palazzo Reale. Questa grotta venne costruita tra il XVII° e XIX° secolo,e il suo scopo era fornire una rapida via di fuga (verso il mare) per la famiglia reale in caso di tumulti e un rapido collegamento con la reggia per i soldati.

Natura incontaminata al Parco nazionale del Vesuvio
Riserva Naturale
16

Il Parco nazionale del Vesuvio è nato il 5 giugno 1995 per il grande interesse geologico, biologico e storico che il suo territorio rappresenta. Il parco si sviluppa attorno al complesso vulcanico Somma-Vesuvio e la sede è situata nel comune di Ottaviano, in provincia di Napoli. La particolarità di questo Parco è rappresentata dalla notevole presenza di specie floristiche e faunistiche se si rapporta alla sua ridotta estensione: sono presenti ben 612 specie appartenenti al mondo vegetale e 227 specie appartenenti a quello animale.

Vista mozzafiato dell'intera città Castel Sant’Elmo
Castello
17

Castel Sant'Elmo è un castello medievale, adibito a museo, sito sulla collina del Vomero. Un tempo era denominato Paturcium e sorge nel luogo dove vi era, a partire dal X secolo, una chiesa dedicata a Sant'Erasmo. Questo possente edificio, in parte ricavato dalla viva roccia, trae origine da una torre d'osservazione normanna chiamata Belforte.

Passeggiata panoramica al Lungomare Caracciolo
Passeggiata
18

Via Caracciolo è una lunga ed ampia promenade di Napoli, che, fiancheggiando il Parco della Villa Comunale e la Riviera di Chiaia, costituisce parte del lungomare della città. Questa strada è uno dei luoghi più amati e frequentati da cittadini e turisti, costantemente animato da eventi e manifestazioni di ogni genere ma anche dai numerosi bar, ristoranti e pizzerie che si susseguono lungo tutto il tragitto.

Punto di vista privilegiato sul Golfo di Napoli al Castel dell’Ovo
Castello
19

Il castel dell'Ovo (castrum Ovi, in latino), è il castello più antico della città di Napoli ed è uno degli elementi che spiccano maggiormente nel celebre panorama del golfo. Si trova tra i quartieri di San Ferdinando e Chiaia, di fronte a via Partenope. A causa di diversi eventi che hanno in parte distrutto l'originario aspetto normanno e grazie ai successivi lavori di ricostruzione avvenuti durante il periodo angioino ed aragonese, la linea architettonica del castello mutò drasticamente fino a giungere allo stato in cui si presenta oggi.

La stazione più bella d'Europa Toledo
Metropolitana
20

Toledo è una stazione della linea 1 della metropolitana di Napoli ubicata nel quartiere San Giuseppe. Progettata dall'architetto spagnolo Óscar Tusquets, la stazione serve per spostarsi sia nella zona del rione Carità sia nella zona degli adiacenti Quartieri Spagnoli, nonché della vicina piazza Carità. Secondo il quotidiano inglese The Daily Telegraph è la stazione della metropolitana più bella d'Europa. Nel 2015 ha vinto il premio 'International Tunnelling Association: Oscar delle opere in sotterraneo', assegnato alla stazione che supera la concorrenza di importanti opere di Sydney e Gerusalemme.

Una meraviglia per gli occhi e per le orecchie Teatro San Carlo
Teatro
21

Il Teatro di San Carlo è un teatro lirico di Napoli, nonché uno dei più famosi e prestigiosi al mondo. È tra i più antichi teatri d'opera chiusi in Europa e del mondo ancora attivi,essendo stato fondato nel 1737, nonché uno dei più capienti teatri all'italiana della penisola. Può ospitare 1386 spettatori e conta un'ampia platea, cinque ordini di palchi disposti a ferro di cavallo più un ampio palco reale, un loggione ed un palcoscenico.

La maestosa Piazza del Plebiscito
Piazza
22

Piazza del Plebiscito è la piazza principale di Napoli, posizionata a termine di via Toledo, non appena oltrepassata piazza Trieste e Trento. Ubicata nel centro storico, con una superficie di circa 25000 metri quadrati la piazza si presenta come una delle più grandi della città e d'Italia e per questo è quella più utilizzata per le grandi manifestazioni. Piazza del Plebiscito può essere suddivisa in due parti distinte: la prima è ai piedi della Basilica e segue una conformazione semicircolare, mentre l'altra ha una forma rettangolare.

Un viaggio nella storia della città Maschio Angioino
Castello
23

Castel Nuovo, o anche Maschio Angioino, è uno storico castello medievale e rinascimentale, nonché uno dei simboli della città di Napoli. Il castello domina la scenografica piazza Municipio ed è sede della Società napoletana di storia patria e del Comitato di Napoli dell'Istituto per la storia del Risorgimento italiano, ospitato nei locali della SNSP. Nel complesso è situato anche il museo civico, cui appartengono la cappella palatina e i percorsi museali del primo e secondo piano.

La vera essenza di Napoli Spaccanapoli
Strada cittadina
24

Il decumano inferiore, comunemente chiamato Spaccanapoli, è un'arteria viaria del centro antico di Napoli ed è una delle vie più importanti della città. Essa è insieme con il decumano maggiore e il decumano superiore (decumani di Napoli), una delle tre strade principali dell'impianto urbanistico progettato in epoca greca e che attraversavano in tutta la loro lunghezza l'antica Neapolis. Il decumano inferiore divenne tra il Medioevo e l'Ottocento importante sia per i conventi degli ordini religiosi sia per le abitazioni di uomini potenti che vi vissero.

Save to My trip
Saved
7